Grave lutto per la nostra comunità

E' con enorme tristezza che vi informo che venerdì scorso è scomparso il Prof. Carlo Lamberti, scienziato notissimo nella nostra comunità e nel pieno della sua attività scientifica, sempre presente nell'ambito delle iniziative SILS.

E' con enorme tristezza che vi informo che venerdì scorso è scomparso il Prof. Carlo Lamberti, scienziato notissimo nella nostra comunità e nel pieno della sua attività scientifica, sempre presente nell'ambito delle iniziative SILS.

Ho conosciuto e stimato Carlo da lunghissimo tempo, passando con lui bellissimi momenti presso i vari sincrotroni (in particolare al LURE nei primi anni 90 quando eravamo giovani) e a varie conferenze. Ho sempre contato su di lui come collega entusiasta, sincero e leale. La sua produttività scientifica elevatissima e la qualità dei suoi studenti e collaboratori testimonia da sola delle sue qualità scientifiche e di trascinatore.

c0cs00082e p4Personalmente perdo un collega stimatissimo ed un amico, ai suoi famigliari vanno le condoglianze mie personali e di tutta la comunità SILS.

La sua prematura e repentina scomparsa mentre era all'estero, impegnato come sempre in attività scientifiche, ci lascia sconcertati e con molte domande senza risposta. Certamente lascerà una traccia importante nelle generazioni di scienziati che ha contribuito fortemente a formare, che mi hanno mandato un messaggio che allego.

Ciao, Carlo

Andrea Di Cicco
Chair of the Italian Synchrotron Radiation Society

http://gnxas.unicam.it

 

Ciao Carlo

Venerdì 1 Febbraio il nostro mentore, collega, amico, Carlo Lamberti ci ha improvvisamente lasciato.
Carlo è stato per tutti noi un maestro. Docente appassionato e versatile, che spaziava regolarmente dalla fisica quantistica alla chimica dei materiali, ha entusiasmato generazioni di studenti, soprattutto nel campo della luce di Sincrotrone, che ha contribuito a diffondere a Torino, in Italia e all'estero.
È stato un ricercatore eclettico, con un entusiasmo ostinato e contagioso, talvolta difficile da incanalare negli schemi dell'ordinario, ma invariabilmente brillante, spesso geniale. La sua passione per la scienza e la sua irruenza nel voler raggiungere traguardi sempre più alti, per sé e gli altri, non ha sempre reso semplice lo stargli accanto, ma ha certamente arricchito tutti noi. Instancabile nel cercare e creare opportunità di collaborazioni, Carlo ha contribuito ad accrescere la visibilità non solo del suo laboratorio di origine, ma anche dei laboratori di Rostov e di Oslo.
Carlo se ne è andato come un fotoelettrone – libero – lasciando una grande lacuna nel core di tutti noi. Ma resterà con noi grazie a quello che ci ha trasmesso, come amico, docente e scienziato. Non smetteremo mai di ringraziarlo per il suo inestimabile contributo alla nostra comunità, ed a quello che tutti noi siamo oggi.
Ricordiamolo davanti ad un buon bicchiere di vino, facendo festa come piaceva a lui.
Ci stringiamo forte a Silvia, Davide, Lorenzo, Lia e tutta la famiglia.
 
I collaboratori più stretti ed ex-allievi
Elena Groppo, Elisa Borfecchia, Lorenzo Mino, Francesca Bonino, Gloria Berlier, Carmelo Prestipino, Giovanni Agostini, Andrea Piovano, Diego Gianolio, Kirill Lomachenko.
Il suo mentore Adriano Zecchina e tutta la Chimica Fisica di Torino